Riflessologia

Che cos’è la riflessologia?

La riflessologia è un metodo basato sulla pressione e sul massaggio dei piedi o delle mani. Esiste una stretta conessione tra organi e punti riflessi che è stata dimostrata dal dottor Fitzgerald nei primi anni del ‘900. Fitzgerald, laureato in medicina nel Vermont nel 1895, volle completare la sua preparazione in Europa e, mentre studiava a Vienna, si interessò all’opera del dott.H. Bresslar, che aveva cercato i collegamenti fra i punti di pressione dei piedi e gli organi del corpo. Fitzgerald cominciò ad applicare questa tecnica usando fasce di gomma, sonde o pinze. Il metodo non fu accolto con molto entusiasmo nel mondo della medicina, ma, col passare del tempo, grazie agli studi condotti anche da medici, ora, anche qui in Italia, questo tipo di trattamento, ha sempre maggior successo.

Come opera la Riflessologia?

Quando parliamo di riflessologia, intendiamo un metodo olistico che tende a mantenere o ripristinare il benessere della persona.
Cosa si intende per metodo olistico?
E’ un approccio che tiene conto dell’essere umano nella sua totalità: corpo, mente e spirito.
Se una di queste parti dell’uomo è in sofferenza, anche le altre parti soffrono, perciò non possiamo pensare che la riflessologia sia una tecnica in cui il cliente supinamente subisce e delega all’operatore il ripristino del suo stato di benessere.
Tutte le medicine complementari hanno come caratteristica di base il coinvolgimento e la responsabilizzazione della persona. Per questo possono essere un valido aiuto alla medicina allopatica.
Nessuna tecnica naturale può sostituire il medico o il farmaco prescritto dal medico, ma spesso può aiutare a recuperare prima lo stato di salute, ma soprattutto può aiutare a conservare lo stato di benessere o ad allontanare le situazioni di stress che, molto spesso, portano alla malattia.
La medicina psicosomatica ce lo insegna.